Istruzioni per l'utilizzo di Tankerite

Istruzioni per un corretto utilizzo del nostro ciclo anticorrosivo sigillante TANKERITE

Il serbatoio, icona del marchio Tankerite

1) La fase di preparazione

Dopo aver rimosso i rubinetti benzina, tappare i fori con spinotti di legno, di sughero o di stoffa pressata. Proteggere il tappo carburante in una guaina di polietilene leggero o similari.

2) La fase di decapaggio dalla ruggine

Introdurre l'acido togliruggine e agitare ogni tanto. In caso di forti incrostazioni interne, è consigliabile accoppiare anche una attività meccanica di pulizia introducendo una catena o vecchia bulloneria spigolosa e scuotere energicamente per frantumare la sporcizia. Utile anche l'uso di un frustino rotante in metallo da connettere al trapano, disponibile nel nostro catalogo. La ruggine normalmente sparisce dopo alcune ore, a seconda del suo stato di avanzamento. Ad azione ultimata, vuotare il serbatoio e risciacquare a fondo con acqua corrente. Asciugare quindi con aria compressa o aiutandosi con un ulteriore lavaggio di alcool etilico a 90° (essendo infatti l'alcool molto igroscopico, riesce ad assirbire tutta l'umidità residua con una rapida evaporazione). Nel caso di serbatoi che abbiano contenuto miscela o additivi oleosi, procedere ripetutamente anche ad un lavaggio sgrassante con diluente nitro, acetone , o prodotti dal forte potere sgrassante. Per evitare nuovi processi di ossidazione, procedere quanto prima alla fase di incapsulamento. Si raccomanda, durante le pause di lavorazione, di sfiatare sempre eventuali formazioni di vapori gassosi, e non sigillare in modo ermetico i serbatoi.                                

 L'interno di un serbatoio trattato con Tankerite 3) La fase di incapsulamento

Il kit pre-dosato è pronto all'uso, ma è comunque possibile utilizzare una quantità parziale di prodotto a seconda della varie esigenze (serbatoi molto piccoli e trattamenti differenziati).
Rispettare la corretta percentuale di catalisi a peso cioè 1 parte di catalizzatore mescolato con 4 parti di resina (per lo scopo utilizzare una bilancina di precisione).
Ogni 100 gr. di resina vanno utilizzati 25 gr. di catalizzatore. Agitare bene il contenitore del catalizzatore prima dell'uso. Si raccomanda di mescolare energicamente catalizzatore e smalto per alcuni minuti utilizzando una spatola piatta,  raschiando con cura le pareti e il fondo del vasetto. E' anche consigliabile travasare il tutto in un secondo contenitore al fine di mescolare la parte bassa di resina con quella più alta per avere un composto ben amalgamato. In quiesta fase, si può diliuire il composto per renderlo più fluido, con alcool etilico a 90° (circa 5-10%). Dopo aver versato il composto all'interno del serbatoio è necessario rotearlo più volte e molto lentamente su tutti i lati per consentire una omogenea distribuzione interna.
Reclinare il serbatoio in avanti per non otturare con la resina di scolo i fori benzina (nel qual caso basterà procedere alla sua rimozione con una punta da trapano) e fare essicare a temperatura ambiente. Il cicloTANKERITE essicca in 24-48 ore (in base alla temperatura, ideale intorno ai 15/25°) ma reticola a fondo dopo diversi giorni.

NON UTILIZZARE BENZINA PRIMA DI UNA SETTIMANA!

N.B. :Effettuare il trattamento solo dopo l'eventuale processo di cromatura o nichelatura.

CONSIGLI PRATICI

  • In caso di screpolature o piccolissimi fori (danni più gravi vanno risolti con stagnatura o con stucco bicomponente) applicare un tampone di nastro adesivo per impedire fuoriuscite e adagiare il serbatoio in modo da addensare la resina di scolo sulla parte più rovinata. Il prodotto è elastico, sigillante e riesce a consolidare perfino lamierati inconsistenti ed assotigliati. Evitare comunque spessori eccessivi. La TANKERITE è stata progettata per sopportare possibili vibrazioni e instabilità dimensionali causate dagli stress termici di esercizio.
  • E' possibile eseguire più trattamenti all'interno dello stesso serbatoio anche in tempi diversi e a prodotto perfettamente catalizzato (purchè non si lascino residui oleosi tra un trattamento e quello successivo) .
  • Nel trattamento di serbatoi di grandi dimensioni (automobili, natanti, mezzi agricoli, etc.) dotati di paratie e pozzetti antirisciacquio è bene diluire il composto catalizzato con alcool etilico a 90° (5  -10% max).
Si tenga inoltre presente che prima di eseguire un trattamento a serbatoi di questo tipo bisognerà procedere alla completa rimozione di ogni accessorio complementare quali sonde di pescaggio, misura livelli, spie riserva carburante, etc. Nel caso poi di condotti di sfiato compensazione anche di piccola sezione (la cui accessibilità interna non possa essere impedita con sistemi diretti quali tappi, viti o tamponi) sarà opportuno procedere alla loro pulizia con getti di aria compressa prima che la resina reticoli.

Reclinare inoltre il serbatoio in modo che la resina di scolo non otturi i fori di comunicazione delle eventuali paratie interne.

La resina TANKERTIE viene normalmente utilizzata in serbatoi di lamiera o vetroresina.

La resina TANKERITE viene normalmete utilizzata in serbatoi di vetroresina, compositi o laminati, resi ruvidi dall'ossidazione. In caso di utilizzo in serbatoi di ottone, rame, alluminio, plastica, o di serbatoi nuovi dalle superfici molto lucide, è importante irruvidire la stesse, con azioni meccaniche o procedere con l'utilizzo dello speciale Primer promotore di adesione.

INFORMAZIONI TECNICHE GENERALI

  • Non utilizzare il prodotto con temperatura inferiore ai +10°; il freddo paralizza ogni processo di catalisi chimica e rende la resina eccessivamente tixotropica e densa. Nel qual caso per renderla più fluida si consiglia di scaldarla (senza fiamma) e di diluirla con alcool etilico 90° (5-10% max).
  • Il lavaggio attrezzi e recipienti va eseguito con solvente nitro.  NON GETTARE I RESIDUI NELLE FOGNATURE.
  • La resina non ha scadenza temporale ma il catalizzatore dura circa 2 anni dalla data di acquisto.
  • Nessun componente chimico del kit TANKERITE o di prodotti ausiliari consigliati per il trattamento può danneggiare per breve contatto vernici o cromature già esistenti. In caso di imbrattamento involontario delle parti (compresi i filetti, tappi carburante, etc.) basterà pulire con alcool.
  • Nel caso di utilizzo a temperature elevate (sopra i 30°) può essere utile, per rallentare il processo di catalisi, raffreddare il contenitore di mescola. Infatti in pieno sole estivo, o a temperature ambiente elevate, potrebbe seguire una reazione isotermica di reticolazione immediata tale da impedire l'utilizzo della resina. Qualora fosse necessario poi rallentare il processo di catalizzazione del prodotto mescolato sarà sufficiente parcheggiarlo in frigorifero per il tempo desiderato.
  • Il prodotto TANKERITE viene normalmente fornito in tre kit standard (vedi il catalogo prodotti).

Scarica qui questo documento stampabile info.